b4m  montagna per passione
Grado: F

Dislivello: 1800m circa

Accesso: Superata Bardonecchia, proseguire in direzione Colle della Scala fino a raggiungere l’ex dogana francese. Al bivio
successivo proseguire lungo la strada (dapprima asfaltata, poi sterrata) che porta all’imbocco della Valle Stretta.
Parcheggiare la  macchina negli appositi spazi realizzati poco prima del Rifugio 3° Alpini, dove l’accesso è precluso ai veicoli
tramite una barra.

Itinerario di salita: Proseguire per la strada sterrata non accessibile ai veicoli che, in 45’, conduce al Pian della Fonderia.
Seguire la strada che salendo a sinistra raggiunge e supera la Maison de Chamois, percorrere un lungo traverso in falsopiano
a quota 2300m circa fino ad un ponte dove proseguendo dritto si sale verso il monte Thabor ed a sinistra si raggiungono i lac
du Lavoir  sotto il Pic du lac Blanc (1h 30min dalla macchina).
Superare il ponte e salire senza traccia in direzione del valloncello sotto la verticale della Thempete. Giunti nella piana a
base canale, risalire prima nel centro (un po' ripido) e poi leggermente a destra fino a zigzagare tra le ultime bastionate per
uscire in cresta (passaggi elementari mai obbligati, ma un po esposti) subito a destra della Gran Thempete (3h 45min dalla
macchina).
Da qui seguire il filo di cresta, abbandonandolo raramente (1 o 2 volte massimo) per passare qualche metro sul versante
francese, fino alla punta delle Rochers de l'Aigle (2947m) e poi al Col Muandes (1h in cresta, 2828m).
Dal colle ormai su sentiero risalire le Roche du Chardonnet (2950m) e scendere al colle di Valmenier (1h 45min in cresta).
Dal colle per sentiero con un ampio semicerchio nel versante francese si raggiunge il Col des Meandes e da qui in breve in
vetta al Thabor (1h 30min dal col Valmenier).

Tempo di salita: 7h per la vetta del Thabor.

Itinerario di discesa: lungo la via normale del monte Thabor.

Attrezzatura consigliata: scarponi, picozza (ramponi o ciaspole se in inverno secondo le condizioni).

Itinetario adatto ai cani: si

Note:
- I periodi migliori per intraprendere questa traversata sono la tarda primavera o inizio inverno, quando la neve dura
permette una camminata rapida e sicura su terreno solitamente detritico e malagevole.
- questo itinerario si presta a varianti potendo essere allungato fino al Pic du lac Blanc, o accorciato scendendo dai vari colli
che si incrociano durante la traversata.
WYSIWYG Web Builder
Traversata Gran Tempete - Monte Thabor - 3003m, 3178m
Copyright © by "B4M"  ·  All Rights reserved  ·  E-Mail: info.b4m@gmail.com