Itinerari di montagna > Valli di Lanzo > Rocce Moross
  • Show/Hide Border
  • Table Properties
  • Delete Table
  • Row
    • Insert Row Above
    • Insert Row Below
    • Delete Row
  • Column
    • Insert Column to the Left
    • Insert Column to the Right
    • Delete Column
  • Cell
    • Merge Cells Horizontally
    • Merge Cells Vertically
    • Split Cell Horizontally
    • Split Cell Vertically
    • Delete Cell
  • Cell Properties
  • Table Properties
  • Properties...
  • Image Map Editor
  • Properties...
  • OpenLink
  • Remove Link
  • Insert Select
  • Cut
  • Copy
  • Paste
  • Paste from Word
  • Paste Plain Text
  • Paste As Html
  • Paste Html
Rocce Moross (2135m)

Grado:
IT A: EE
IT B: F+

Accesso: Giungendo da Torino, superare l’abitato di Viù e seguire la deviazione sulla destra per Tornetti.
Poco prima di raggiungere l’abitato, girare nuovamente a destra in direzione località Asciutti.
Salire fino al termine della strada asfaltata, dove vi è una cappella ed uno spiazzo dove si può  posteggiare l’auto.

Itinerario di salita:
It A:
Seguire la strada che, dopo poco, diventa sterrata e, costeggiando la valle, consente di raggiungere il Pian degli Asciutti (tenersi sulla sinistra).
Qui porre attenzione a non perdere la strada (d’estate dovrebbe essere difficile da individuare a causa dell’erba alta) che attraversa tutto il prato fino a raccordarsi con un’altra che supera un bosco e sale sotto la bastionata delle Rocce Moross. Seguire, quindi, questa strada che, dopo una lunga serie di tornanti, porta al colle (2 h circa).
Abbandonare la strada che prosegue verso Mezzenile e volgere il cammino sulla cresta in direzione della vetta lungo un sentiero.
Quest’ultimo aggira i denti di roccia, dapprima a sinistra, e poi a destra della cresta fino a portarsi sotto l’ultimo pendio prima erboso, poi di sfasciumi, che per una ripida traccia (che si tiene a pochi metri dalla cresta) porta in vetta (3 h circa).
It B:
Seguire la strada che, dopo poco, diventa sterrata e, costeggiando la valle, consente di raggiungere il Pian degli Asciutti (tenersi sulla sinistra).
Qui porre attenzione a non perdere la strada (d’estate potrebbe essere difficile da individuare a causa dell’erba alta) che attraversa tutto il prato fino a raccordarsi con un’altra che supera un bosco e sale sotto la bastionata delle Rocce Moross. Seguire, quindi, questa strada che, dopo una lunga serie di tornanti, traversa in leggera salita verso sinistra in direzione del colle.
In prossimità dell'ultimo tornante prima del “traverso” abbandonare la strada e risalire il pendio tra erba e rocce rotte piegando a destra in direzione della partenza di due canalini.
Raggiunta la base di questi (dopo aver indossato il casco e se necessario l'attrezzatura idonea), risalire quello di sinistra (da tenere sempre) fino in cresta.
Giunti in cresta percorrere gli ultimi 100 metri (quasi in piano) verso sinistra per giungere in vetta (2h 30min dall'auto).

Itinerario di discesa: lungo l’itinerario A.

Tempo di salita: 2h 30' circa

Tempo di discesa: 2h 30' circa.

Attrezzatura consigliata: pedule, casco.

Note:
- si sconsiglia la gita a chi soffre di vertigini, a causa dell’esposizione della cresta finale e delle ridotte dimensioni della punta.

Immagini dell'itinerario: