Itinerari di montagna > Val di Susa e valli limitrofe > Tours du Vallon
  • Show/Hide Border
  • Table Properties
  • Delete Table
  • Row
    • Insert Row Above
    • Insert Row Below
    • Delete Row
  • Column
    • Insert Column to the Left
    • Insert Column to the Right
    • Delete Column
  • Cell
    • Merge Cells Horizontally
    • Merge Cells Vertically
    • Split Cell Horizontally
    • Split Cell Vertically
    • Delete Cell
  • Cell Properties
  • Table Properties
  • Properties...
  • Image Map Editor
  • Properties...
  • OpenLink
  • Remove Link
  • Insert Select
  • Cut
  • Copy
  • Paste
  • Paste from Word
  • Paste Plain Text
  • Paste As Html
  • Paste Html

Tours du Vallon (2810m)

Couloir Nord + Via del rampone perduto

Grado: AD

Accesso: Superata Bardonecchia, proseguire in direzione Colle della Scala fino a raggiungere l’ex dogana francese.
Al bivio successivo proseguire lungo la strada che porta all’imbocco della Valle Stretta.
Parcheggiare la macchina negli appositi spazi realizzati poco prima del Rifugio 3° Alpini, dove l’accesso è precluso ai veicoli tramite una barra.

Itinerario di salita: Superare il ponte e la sbarra evitando la strada che si inoltra nel paesino per seguire quella che alcuni metri dopo sale a destra verso il bosco (a sinistra si svolta per il rifugio 3° Alpini).
Raggiunto il pian della Fonderia seguire a sinistra la strada che in salita porta alla Maison de Chamois. 
Poco prima di raggiungerla voltare a sinistra e risalire il ripido pendio a destra del Dente del Cane.
Una volta raggiunto il crinale traversare in salita compiendo un semicerchio in direzione del colle del Vallone.
A quota 2500m circa, si individua a sinistra con facilità il canale Nord della cresta del Tours du Vallon.

- Couloir neve/ghiaccio: Risalire il canale per circa 200m (45/50°) e fermarsi organizzando una sosta contro l'evidente bastionata che interrompe il canale.
Misto: Salire a destra della bastionata un tiro da 40 metri o due da 20 (a metà un ottimo spuntone permette una scomoda sosta), per uscire su una piccola forcella  alla cui sinistra si trova una sosta su cordoni.

Itinerario di discesa
Scendere nella piana sottostante (ripido 45/50*), imboccare il primo canale a sinistra (quello dritto sotto la forcella) e scendere nella seconda Conca.
Piegare a destra e scendere l'ultimo canale (il secondo da sinistra pieno di pini) fino alla strada per il pian della fonderia. 

Tempo di salita
Avvicinamento 3h
Difficoltà 1h 30min

Tempo di discesa: 3h.

Attrezzatura consigliata: scarponi, ramponi, mezze corde da 50/60m, due chiodi da ghiaccio lunghi e due corti, una seria di chiodi, 3/4 fettucce, 2 picche tecniche.

Note
- Gita effettuabile con gli sci (a patto di portarli a spalle nella parte tecnica) data la totale sciabilità dell'avvicinamento e della discesa (35*).
- Data la forte pendenza del primo tratto di discesa si può utilizzare la sosta per una calata nel tratto più ripido. 
- Nelle condizioni (non ottimali) trovate dagli apritori, gli ultimi metri prima della sosta risultano in una placca compatta alta due metri e larga altrettanto non assicurabile ne azzerabile.