Itinerari di montagna > Val Cenis Vanoise > Monte Albaron di Savoia
  • Show/Hide Border
  • Table Properties
  • Delete Table
  • Row
    • Insert Row Above
    • Insert Row Below
    • Delete Row
  • Column
    • Insert Column to the Left
    • Insert Column to the Right
    • Delete Column
  • Cell
    • Merge Cells Horizontally
    • Merge Cells Vertically
    • Split Cell Horizontally
    • Split Cell Vertically
    • Delete Cell
  • Cell Properties
  • Table Properties
  • Properties...
  • Image Map Editor
  • Properties...
  • OpenLink
  • Remove Link
  • Insert Select
  • Cut
  • Copy
  • Paste
  • Paste from Word
  • Paste Plain Text
  • Paste As Html
  • Paste Html
Monte Albaron di Savoia (3637m, versante Ovest)

Grado: PD

Dislivello: 1400 metri circa

Accesso: dal Colle del Moncenisio raggiungere l'abitato di Bessans. Poco oltre imboccare la strada sulla dx (indicazioni) per il rifugio d'Alverole. Dopo poche centinaia di metri una deviazione sale a sx (in realtá la strada è riservata ai residenti) verso la Buffaz. Seguire la strada principale (evitando le strade che salgono a dx) fino ad un evidente bivio a quota 2250 (dopo un lungo tratto in piano) ove è possibile posteggiare.

Itinerario di salita:
Imboccare la strada di sinistra (in salita) per raggiungere in pochi minuti la borgata Buffaz. Risalire per tracce i pendii erbosi sopra le case, portandosi sul versante sinistro  idrografico del vallone  a sinistra della borgata (2400mslm circa) e di qui seguire un abbastanza evidente sentiero che sale in direzione dei detriti morenici, posti a quota 2750, costeggiando il versante destro della valle.  A quota 2800 abbandonare il sentiero (che piega a destra oltre una cresta rocciosa) e risalire per tracce i detriti di sinistra per raggiungere in pochi minuti il Lago du Gran Fond (2878mslm 1h 30 min). Superarlo, raggiungere la cresta alla sinistra del lago e proseguire lungo la sponda sinistra (idrografica) del torrente, in falsopiano fino alla base del Ghiacciaio du Gran Fond (2950mslm 2h dall'auto). Il ghiacciaio si compone di tre balze (più l'impennata finale che porta in vetta). Superare la prima sulla estrema destra, la seconda in centro al ghiacciaio traversando leggermente verso sinistra e la terza a sinistra verso il colle che scende dal Dome du Gran Fond (ovviamente i passaggi migliori per l'attraversamento del ghiacciaio variano con la stagione, le temperature, ecc ecc e vanno quindi verificati di volta in volta). Dall'ultima "rampa" (circa a metà), si vede finalmente il plateau sommitale dell'Albaron. Evitare il colle piegando a destra in direzione della vetta. Percorrere il ghiacciaio in falso piano, passare tra alcune rocce affioranti ed iniziare a salire (pendenza massima 35°) con qualche "zig zag" verso il centro della bastionata rocciosa. Nel centro della bastionata (vedi foto) un tratto attrezzato con anelli e corde fisse conduce in vetta (3637mslm 4h 30min dall'auto).

Tempo di salita: 4h 30' circa dall’auto.

Itinerario di discesa: lungo l'itinerario di salita .

Attrezzatura consigliata
: scarponi, imbrago, ramponi, piccozza, corda, materiale per recupero da crepaccio

Note:
- Attenzione, il ghiacciaio è molto crepacciato (crepacci a campana) e molti di questi non sono ben visibili.
- Data la scarsità di tracce, sentieri e punti di riferimento è consigliato scegliere giornate con ottime previsioni o dotarsi di gps (gita sconsigliata in caso di nebbia).
- La vetta non è visibile fino oltre quota 3300mslm.

Immagini dell'itinerario: